Visite di oggi: 12
Visite di ieri: 15
Visite nel mese: 173
Visite totali: 107294
CHE BEL .......MOTORE | Stampa |

21_settembre_090.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Abbiamo sfruttato la vetrina della gara di casa, oltre che per far vedere quanti coperti possiamo sfamare, anche per mettere in mostra il nostro nuovo gioiello.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

21_settembre_126.jpg 

 

 

 

 

 

 

 

Parliamo ovviamente del nuovo motore V8 che abbiamo messo

in bella mostra al centro del box nella gara di San Pancrazio appena arrivato direttamente dagli Usa e già esposto come fosse un’opera d’arte…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1_settembre_002.jpg

 

 

 

Il motore di derivazione Chevrolet ha una cilindrata di circa 8900 cc, monoblocco in ghisa e teste in alluminio, due valvole ed una candela per cilindro, distribuzione aste e bilanceri, sovralimentazione mediante compressore volumetrico BDS ed iniezione del metanolo anche nel birdcatcher (la presa d’aria di alluminio che sovrasta il volumetrico). La consegna del motore è stata preceduta dall’invio da parte della Oddy’s Automotive Inc. della prova al banco registrata sia come tabulati che come filmato: dalla curva di coppia siamo rimasti favorevolmente impressionati, più che dal picco di potenza di 2240 HP a 7600 rpm dalla regolarità di erogazione di un motore così spinto.

 

 

 

 

 

1_settembre_010.jpg

 

 

 

Pensiamo soprattutto che i parziali di coppia e potenza registrati, diciamo dai 5900 a 8200 rpm dove la potenza non scende mai sotto ai 1900 cavalli (!), rendano bene l’idea sul lavoro che è stato fatto per trasformare un motore da dragster (Oddy’s nasce come preparatore di motori per dragster, ma già da diversi anni negli Usa miete successi anche nel nostro sport…) in uno da Tractor Pulling: certo forse preferiremmo non spingerci frequentemente a regimi di rotazione così elevati, tuttavia sappiamo che all’occorrenza possiamo usare anche la fascia estrema del contagiri senza paura che si presenti il classico “muro”, tipico di motori così pompati.

 

 

 

1_settembre_014.jpg

 

 

 

 

Il secondo fratellino è in via di ultimazione  e dovrebbe arrivare in strada Paonazza nel giro di qualche settimana.

L’adorazione vera e propria da parte non solo di tutto il team, ma anche dalla folta schiera di curiosi che hanno vivisezionato questo strano oggetto, è stata tale da indire le prime 3 sere che il V8 era nel capannone come serate “spettacolo”: ci siamo messi in cerchio attorno a lui, ed abbiamo passato ore a guardarlo, a fare commenti ed illazioni, ma anche a pensare a come abbiamo fatto a riuscire a comprare “The sound of power” in neanche otto anni da quando siamo partiti con questo sport: a ritroso nel tempo siamo convinti che anche solo 5 anni fa mai avremmo pensato di ardire a tanto e questo ci riempie di orgoglio, a prescindere da come andrà il prossimo campionato che sarà pieno di insidie.

Dovremo ricominciare da capo ed imparare a conoscere questo genere di motori così diverso dal Conti ma anche questo è il bello del gioco: l’attesa ora riguarda la prima messa in moto della bestia.

Restate in contatto.

 
< Prec.   Pros. >
design: effettografico