Visite di oggi: 3
Visite di ieri: 5
Visite nel mese: 180
Visite totali: 103644
CAMPIONATO 2012 - FIUME VENETO (PN) | Stampa |

fiume_135_500x333.jpg

 Dopo il debutto di Cervarese, lo Splendido Team ha raccolto tutte le informazioni, indicate dalla nostra telemetria RacePack, dalle sensazioni del pilota e dai vari filmati, ed ha iniziato la seconda fase del progetto 2012 : la messa a punto di fino dell’assetto e dei motori.

L’attività in officina per svolgere il manicure alle Firestone2000, tagliandole ulteriormente è stata molto impegnativa e anche faticosa: la gomma è pur sempre un po’ fastidiosa da maneggiare!

Abbiamo così fatto tardissimo per tante sere, prima per costruire la macchina per fare il lavoro e poi per usarla, ma questo è il risultato. Con questo taglio ora pensiamo che i cavalli dei nostri tre motori Oddy’s vengano scaricati meglio, per il fatto che la terra raspata dovrebbe venire sparata lateralmente e la gomma ha maggiore contatto con il suolo.

fiume_029_500x316.jpg

Allo stesso tempo abbiamo modificato anche il set-up dei nostri Chevy, verificando dapprima le condizioni generali dopo aver disputato la prima gara di campionato ed ora che il rodaggio è andato bene, si comincia, sempre con cautela, a cercare performance più elevate.

Carburazione e fasatura sono stati gli argomenti che Billy Leverentz, il nostro preparatore ci ha consigliato di modificare.

Con queste modifiche siamo giunti a Fiume Veneto per verificare il risultato complessivo del nostro lavoro, comunque consapevoli che, mettere dietro macchine come il FourNoHemi e lo Starlight (arrivato anche lui a divertirsi insieme a noi nella categoria35), occorre ancora del lavoro sul nostro Sota Spirit.

Ci ha fatto un piacere immenso intrattenerci con i nostri fans che ci hanno bombardato di richieste per i motori, il drop-box ed altro: ci scusiamo per non aver realizzato i nuovi poster in versione 3xV8: arriveranno presto!

La carburazione non è stata cosa semplice: temperatura ed umidità molto diverse dalla gara precedente ci hanno fatto discutere sul set-up dei gigleur da impiegare e viste le modifiche consigliate da Oddy’s, siamo stati "dalla parte del sicuro".

La pressione delle gomme e la configurazione delle zavorre, visto il terreno di gara piuttosto cedevole è stata decisa per evitare un assetto aggressivo, ma chiamiamolo delicatamente cattivo.

La nostra qualifica inizia dopo altri concorrenti ed abbiamo modo quindi di vedere le loro sparate: stavolta siamo tutti d’accordo, non modifichiamo nulla.

Il direttore di gara ci chiama in pista: avviamo i ns tre gemellini e con la nostra formazione tipo (Max sul trattore, Servo e Marchino a piedi), entriamo in pista.

fiume_102_500x308.jpg

 

La slitta è la RedShadow tedesca che già abbiamo assaggiato in Germania a fine aprile scorso.

Procedura di aggancio e finalmente arriva la bandiera verde: Max fa il Poderoso fin da subito, spingendo avanti tutta la manetta dei nostri birdcatcher.

L’aderenza viene a mancare, il terreno è molto "frollo" e prontamente il nostro driver "tira un attimo indietro" per guadagnare aderenza; manovra azzeccatissima, dato che il Sota Spirit si siede sulle ruote dietro ed alza il muso.

E’ ora di accelerare e così fa Max: i motorotti adesso urlano forte ed il trio americano fa un coro piacevole fino al full-pull: siamo molto soddisfatti!

Torniamo al parco chiuso e verifichiamo la carburazione: non è quella ottimale, ma non è neppure tanto lontana da esserlo, meglio non cercare "disgrazie" con smagrimenti disastrosi!

Cambiamo invece l’assetto, poiché la pista sta cambiando consistenza ad ogni tirata effettuata, e decidiamo di caricare il retro.

fiume_236_500x333.jpg

I ns avversari in finale sono arme letali: FourNoHemi e Starlight Express III li conosciamo bene e sappiamo quanto sono performanti, ma per noi l’importante è divertirci e non combinare guai!

Il primo a partire è stato il ns cugino da parte di motore, il team Rocco: sparata da panico con tre Hemi molto esuberanti per la bellezza di 93,32mt.

Subito dopo tocca a noi andare a mettere la slitta davanti al FourNoHemi, sebbene sia difficile, ma ci proviamo!

Bandiera verde ricevuta e subito Max spalanca le fauci dei birdcatcher dei compressori BDS ed apre le valvole delle iniezioni Hillborn: i tre Chevy by Oddy’s sono intonatissimi e ad orecchio pare di sentire un solo motore!

L’assetto è un po troppo "leggero davanti" ed il Sota Spirit "smusa" troppo in aria, perdendo un po’ di aderenza dalle sue Firestone Puller2000 e perdendo anche metri, ma regalando un bellissimo show!

La ns.tirata si conclude a 88,41mt, ma manca ancora Starlight e quindi i giochi non sono ancora fatti: il bi-Allison di Fontanellato è in gran forma e di certo non gareggia per "quello che viene", ma anche il Tractor Racing Team darà tutto il meglio che ha!

Una rottura al cambio ha fermato lo Starligh in terza posizione, coprendo 87,55mt.

Siamo secondi, a pochi metri da "quelli che vanno forte": un gran bel risultato!

 
< Prec.   Pros. >
design: effettografico