Visite di oggi: 2
Visite di ieri: 11
Visite nel mese: 228
Visite totali: 104760
STORIA DI UNA DIETA ...MA CHE FATICA !!! | Stampa |
 
dscf4551.jpg
        
    
     
                                                

Due sono i bisogni del pulling: il primo è aumentare i cavalli mentre il secondo è perdere peso superfluo. Se la potenza si ottiene elaborando i motori, per i chilogrammi si può spaziare attorno a tutto il trattore. Ed è così che il Sota Spirit è stato messo sotto esame medico per individuare i punti in cui era abbondante e dopo alcune sedute di analisi si è individuato dove il nostro puller poteva dimagrire senza comprometterne la sua robustezza.

 

 

 

 

 

 dieta4.jpg dieta9.jpg

 

 

Naturalmente le nostre scelte sono cadute subito sulle parti dove maggiormente c'era margine di manovra, ed allora sono state montate,   due housing  per i planetari di alluminio .

 

 

 

 

 

  Anche i planetari ZF in un materiale diverso dalla ghisa potevano regalarci un bel balzo indietro  sulla bilancia, perciò si è deciso di sostituirli con una coppia in alluminio . 

dieta6.jpg

dieta1.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Divertente è stato realizzare il disegno per la successiva lavorazione delle parti grezze, e delle flange per l'alloggiamento dei cerchi, idee e controidee, misure e contromisure, ma alla fine l'esperienza del "nostro" Luigi alias Modifica, è stata fondamentale. 

dieta2.jpgdieta5.jpg 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'importante lavoro svolto sugli interi riduttori sapevamo già, che non era sufficiente a farci raggiungere l'obiettivo, ed allora si è deciso di portare a casa una "Opera d'arte", differenziale completo e reverse by HUMPCO. 

Un oggetto che nella sua semplicità è un insieme di tecnologia e  bellezza. E quando pensiamo che in Europa quando lo abbiamo acquistato noi lo aveva appena montato solo il Team Lambada ci riempie di orgoglio.

dieta3.jpg

serbatoi.jpg 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel dubbio di non dimagrire abbastanza con il rifacimento dell'intero reparto trasmissione, avevamo già individuato altri punti
dove poter limare, si è provveduto a rinforzare l'avantreno ma badando a recuperare peso anche lì con l'utilizzo per quanto
possibile di parti in alluminio.

Ed ancora altri 12 kg li abbiamo recuperati realizzando i serbatoi in alluminio in sostituzione
degli altri identici nelle dimensioni e nella forma di acciaio.

Dopo tanto lavoro il giudizio della bilancia, è ancora cattivo, giù di lima ancora, e quindi è la volta della barra di tiro
ad andare sotto la fresa ...altri due kg, ......ma non bastano ancora.

 dieta7.jpgsedile.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

Ora il nostro Sota Spirit è dotato di una campana di protezione per la frizione Browel in alluminio che ci regala 15 kg rispetto a quella precedente, ed un sedile racing in alluminio meno confortevole per il Poderoso, ma più leggero.

Anche se è stata dura, Ce l'abbiamo fatta, almeno con il peso,
per i cavalli rimandiamo il responso alla pista.

 

Ed ora che possiamo competere nella categoria libero 2.5 ton, speriamo di testare presto la macchina.

 

 
< Prec.   Pros. >
design: effettografico