Visite di oggi: 2
Visite di ieri: 11
Visite nel mese: 228
Visite totali: 104760
E IL PODEROSO CI PRENDE GUSTO | Stampa |

9.jpg

 

Diciamola tutta: noi oltre che di mettere in moto i nostri V8 avevamo anche la pretesa di fare un qualche test pull per vedere se all’atto pratico tutto avrebbe funzionato a dovere. I dubbi erano tanti, motori a parte, anche su tutto il comparto trasmissione dove diverse solo le parti self made e pertanto costruite probabilmente senza il necessario know how. Il differenziale, per esempio, presenta una scatola progettata e realizzata interamente dallo Splendido Team in un sol pezzo, tanto che anche Billy, rimasto basito nel vederne la realizzazione, ci ha chiesto se possiamo procurargliene una per il suo pick up: al suo interno tutti gli elementi sono stati lavorati dal team per permettere la sostituzione delle bronzine con ben più scorrevoli cuscinetti a rulli abbiamo costruito i nuovi semiassi ed accoppiato il tutto con i  riduttori ZF usati anche dai campioni, per ottenere il rapporto di trasmissione che ci eravamo imposti da progetto.

6.jpg

 

Interamente realizzati da noi anche l’accoppiamento tra i 2 motori così come anche l’albero di trasmissione. Tutte queste variabili facevano temere che qualcosa potesse andare storto e la “prova di movimento” nel cortile del Poderoso, avanti piano, stop, indietro piano, logicamente non era sufficiente a fugare tutti i nostri dubbi.

Abbiamo così deciso di portare il Sota Spirit dove era possibile agganciare, se non la slitta ufficiale, una zavorra che mettesse in difficoltà il mezzo e vedere cosa sarebbe successo. Il risultato ci ha pienamente soddisfatto perché anche se non siamo riusciti a sentire cantare i nostri Chevy come avremmo voluto per una carburazione di approccio molto grassa.  Come abbiamo poi letto sul diagramma registrato dalla telemetria, non siamo andati oltre i 6000 rpm,  ma  ci siamo fatti un’idea del comportamento generale del telaio, dell’assetto che terrà in tirata, della trazione che danno le fiammanti Puller 2000 e non ultimo della modalità di intervento della frizione Molinari, molto diversa dalla Crower che montavamo sull’Agritruck.

8.jpg

L’idea era quella di ripetere il tiro anche alla domenica, ma la stagione avversa ci ha solo permesso di effettuare una carburazione corretta ed un minuzioso controllo generale al termine del quale Billy dice che tranquillamente con questa carburazione, questa taratura della MSD e questo anticipo, siamo senz’altro oltre i 2000 cavalli per motore. Siamo felici.

Sono ancora tanti i lavori da fare ma tutto quanto fatto finora ha dato esiti positivi: non vediamo l’ora di attaccare la cattiva!!

 

Per chi  volesse vedere com'è andata , può dare un occhio  cliccando qui: http://www.youtube.com/watch?v=ang6KaRH99w

 
< Prec.   Pros. >
design: effettografico